Poikilia
Gruppo di Ricerca Poikilia: Storia delle Religioni e Antropologia

Essa [la storia delle religioni] appare destinata ad un grande avvenire non solo per gli imprevedibili sviluppi cui porteranno le sempre migliori condizioni della collaborazione inter-settoriale e internazionale, ma anche perché per mezzo della storia delle religioni si arriverà probabilmente a un rinnovamento radicale degli studi riguardanti le singole civiltà e quindi anche di tutta la storia umana, cioè dell’uomo quale essere storico creatore di valori. La storia delle religioni è perciò uno degli strumenti più efficienti nella costruzione di un nuovo tipo di umanesimo integrale.
(Angelo Brelich, Che cosa è la storia delle religioni?, 1966, p.70)

Il lavoro interdisciplinare, di cui tanto si discute ai nostri giorni, non consiste nel mettere a confronto discipline già costituite (nessuna delle quali è pronta ad arrendersi). Per fare qualcosa di interdisciplinare non è sufficiente scegliere un “soggetto” (un tema) e fargli girare attorno due o tre scienze insieme. L’interdisciplinarità consiste nel creare un nuovo oggetto che non appartenga a nessuno.
(Roland Barthes, Giovani ricercatori, 1988, p.86)

Logo Pokilia - Storia delle religioni e antropologia

Il progetto di ricerca Poikilia è il frutto di una intensa attività di seminari aperti al confronto internazionale, presenti dal 2013 nell’ambito del corso di Storia delle Religioni presso il Dipartimento di Studi Umanistici (DSU) dell’Università Ca’ Foscari di Venezia.

Carattere distintivo degli incontri seminariali, maturato attraverso le varie edizioni, è quello dell’applicazione di un metodo di studio interdisciplinare e comparativo, un approccio dinamico volto a formare uno spazio di dibattito comune tra docenti, ricercatori e studenti. Tale approccio ha consentito l’acquisizione di metodologie che possono garantire uno sviluppo formativo d’eccellenza. Lo scopo di Poikilia è dunque quello di creare un dibattito interculturale tra molteplici discipline, per consentire di osservare in senso ampio e critico la storia antica e moderna, a partire da tematiche di ampio interesse storico nonché imprescindibili per la discussione odierna.

La finalità del progetto è, inoltre, quella di favorire la concreta connessione di numerosi studiosi per il confronto su tematiche d’indagine che attraversano e intersecano l’ambito storico-antropologico della Storia delle religioni con altre discipline, attraverso un network nazionale ed internazionale.

Temi come “corporeità”, “voce”, “ritualità”, “pratiche terapeutiche”, “alimentazione” e “saperi”, in diverse accezioni e contesti, hanno consentito di delineare una prospettiva di ricerca che intenderà focalizzarsi sui processi impiegati per “legittimare”, “normare”, “prescrivere”, “etichettare”, “controllare” e “regolare” i diversi modi di intendere l’umano nella sua “pluralità” umana, animale o divina.

Discipline in dialogo coinvolte nelle ricerche: storia, storia delle religioni, storia dell’arte, antropologia, archeologia, linguistica, letteratura, musicologia, filosofia, filologia, filosofia delle scienze, semiotica, storia del cinema, scienze della comunicazione, ma anche chimica, biologia, scienze matematiche e linguaggi multimediali.

L’obiettivo è implementare nel tempo tali riflessioni, socialmente e scientificamente utili, come le questioni riguardanti la negoziazione dell’identità individuale e collettiva, le costruzioni culturali del genere, della razza o dell’etnia, oltre alle rappresentazioni della diversità o delle minoranze legate alla storia antica e moderna. Il tutto anche attraverso la predisposizione del presente sito web, nel dominio di Cà Foscari di Venezia, aggiornato costantemente su eventi, attività e ricerche raccolte. Inoltre, è previsto l’ampliamento della piattaforma digitale con futura dotazione di un archivio open-access, in cui potranno confluire i risultati scientifici ottenuti.

Eventi

Seminario interdisciplinare Poikilia VII "Norma e costruzione dell’umano II”
Prossimo appuntamento 15 febbraio 2023 ore 14.00-16.30

In presenza a Ca’ Foscari (sala Marino Berengo) con ingresso libero fino a esaurimento dei posti e on line su Zoom.

  • Organizzatori: prof.ssa Sabina Crippa, Dipartimento di Studi Umanistici (DSU), Venice Centre for Digital and Public Humanities (VeDPH), Gruppo di Ricerca POIKILIA. 
  • Coordina: prof.ssa Sabina Crippa, Università Ca’ Foscari Venezia
  • Modera: Licia Bianchi (Università IUAV di Venezia, GDR Poikilia Università Ca’ Foscari Venezia)
  • Intervengono: 
    • Raffaella Sarti (Università degli Studi di Urbino Carlo Bo). Interrogativi e riflessioni sull’identità di genere.
    • Marianna Ferrara (Sapienza Università di Roma). Emozioni per lo studio delle “religioni”.
    • Licia Stefan (GDR Poikilia Università Ca’ Foscari Venezia). Rappresentazioni di genere nell’iconografia minoica del periodo neopalaziale.

Il link Zoom per seguire on line è lo stesso per tutti gli incontri del calendario.

I posti in sala sono prenotabili per studenti cafoscarini attraverso la piattaforma Moodle e per partecipanti esterni via e-mail (poikilia@unive.it).
Per gli studenti del Dipartimento di Studi Umanistici (DSU) è previsto il rilascio di attestato di partecipazione e il riconoscimento di 1 o 2 CFU, a seconda del piano di studio del proprio corso di laurea triennale/magistrale e a seguito della produzione di una propria e originale riflessione in forma di testo scritto. Il calendario degli appuntamenti prevede l’integrazione di esposizioni orali da parte degli studenti previa valutazione da parte del gruppo di ricerca Poikilia. 

News

Nuova pubblicazione: “The Iconography of Magic. Images of Power and the Power of Images in Ancient and Late Antique Magic”

Peeters Publishers è lieta di annunciare l’ultima pubblicazione per la sua Colonna Studies in the History and Anthropology of Religion n. 7, dal titolo “The Iconography of Magic. Images of Power and the Power of Images in Ancient and Late Antique Magic” [ENG].

Edizione curata da Raquel Martín Hernández, in cui è presente uno degli ultimi saggi dell’autrice Sabina Crippa, “Drawing and Writing. Reflections on the Transmission of Ritual Knowledge”, Direttrice del GDR Poikilia.

9/10/2022. È deceduto Bruno Latour. Filosofo, sociologo, antropologo, studioso di scienza, di scienziati (e molto altro).

Il GDR Poikilia ha scelto di condividere alcuni articoli e approfondimenti che riguardano la complessa e poliedrica attività teorica dell’autore francese, a cui la Comunità scientifica, italiana ed internazionale, deve molti dei suoi progressi in campo inter e trans-disciplinare. A partire dal suo famoso percorso di decostruzione critico-propositiva di scienza e tecnica, nelle sue relazioni dinamiche e di collegamento con differenti sistemi culturali, fino alla coniazione ed inaugurazione di nuovi termini epistemologici con cui leggere la modernità (tra i quali ne ricordiamo alcuni come: i ”fattici”: un insieme di mito, dato, idolo ed evento, la “teoria dei delegati”, il così detto fenomeno di “Iconoclash”, e la “Action Netwok Theory”); B.L. è stato, senz’altro e a pieno titolo, uno tra i più importanti ed innovativi pensatori dei nostri tempi.

Nuove attività e programmi a.a. 2022/2023 del Centre Norbert Elias

Annunciamo l’aggiornamento delle attività che riguardano il CNE (Centro Norbert Elias; campus dell’EHESS di Marsiglia presso la Vieille Charité e campus Hannah Arendt dell'Università di Avignone). Il quale riunisce ricercatori di diverse discipline, che operano all’interno dell’unità delle scienze umane e sociali. Il CNE consta 40 ricercatori, più di 80 dottorandi e un team di supporto di una decina di persone che lavorano all'analisi e alla descrizione dei mondi sociali. Il lavoro si sviluppa attorno a quattro temi: Luoghi e forme della politica; Infanzia, famiglie e parentela; Ecologie e cure; Forme e processi della cultura. Il laboratorio coordina anche una federazione di ricerca, Agorantic, e un luogo di co-creazione, la Writing Factory. Tutte le nuove attività (Esposizioni, pubblicazioni, convegni, laboratori e call in corso), sono disponibili dal sito web ufficiale del CNE [FRE]

Nuova pubblicazione a cura di Frederico Delgado Rosa e Han F. Vermeulen

Berghahn Books è lieta di annunciare la pubblicazione cartacea e in formato ebook di “Ethnographers before Malinowski: Pioneers of Anthropological Fieldwork, 1870-1922” a cura di Frederico Delgado Rosa e Han F. Vermeulen. Concentrandosi su alcuni dei più importanti etnografi della prima antropologia, questo volume esplora dodici opere decisive nel periodo di fondazione dal 1870 al 1922. Contestando l'ipotesi che un intenso lavoro sul campo e monografie basate su di esso siano emerse solo nel Ventesimo secolo. Quella che è stata considerata l'era degli antropologi da poltrona era in realtà un'era di attivi operatori etnografici sul campo, comprese donne praticanti ed esperte indigene. I loro resoconti hanno più livelli di significato, stile e contenuto che meritano una nuova lettura. Questo lavoro di riferimento è una fonte vitale per riscrivere la storia dell'antropologia. 

Settore specifico di inquadramento ERC

  • SH3 (Social World, Diversity, Population: Sociology, social psychology, social anthropology, demography, education, communication)
    • SH3_10 (Religious studies, ritual; symbolic representation)
  • SH5 (Cultures and Cultural Production: Literature and philosophy, visual and performing arts, music, cultural and comparative studies)
    • SH5_2 (Theory and history of literature, comparative literature)
    • SH5_8 (Cultural studies, cultural identities and memories, cultural heritage)

Area di intervento

(PNR – Horizon Europe) “Social Sciences and Humanities”: n. 2 Cultura umanistica, creatività, trasformazioni sociali, società dell’inclusione

Lingue di lavoro del gruppo di ricerca

  • Italiano
  • Inglese
  • Francese

Partner

Network dipartimentale

Network interateneo

Sacrum Facere - Seminario di Archeologia del Sacro. Edizioni Polymnia: Collana di Scienze dell'Antichità. Studi di Archeologia (Università degli Studi di Trieste)

Network internazionale

European Association of Social Anthropologists (Easa)